“Finding Anna” tour

Chi non segue la mia pagina Facebook, probabilmente non sarà a conoscenza dell’educativo scambio avvenuto tra me e tale signora Anna.
La signora Anna mi ha aperto gli occhi su tante cose ed è per questo che la seconda parte del tour di “Stiamo tutti bene” è dedicata a lei, alla sua signorilità, alla sua visione del mondo priva di stereotipi e pregiudizi e, soprattutto, alla sua ironia: un’ironia talmente raffinata che il più delle volte è davvero difficile da cogliere. Un po’ come se non ci fosse affatto.

Se vi state chiedendo cosa avrà scritto mai codesta signora Anna per meritarsi tutta questa attenzione, ecco qui per voi il nostro fruttuoso carteggio:

Screenshot anna 1

Screenshot Anna 2

Screenshot Anna 3

Quello che la signora Anna non sa, è che io non mi sono sciroppata 29 stagioni di “Chi l’ha visto” a caso: per cui, ovunque si trovi, prima o poi la troverò.
E quando l’avrò trovata, le regalerò una copia del libro.
Perché la signora Anna ancora non l’ha capito (sempre per quel problemino di ironia di cui vi parlavo sopra), ma questo libro è anche per lei.
Anzi, a pensarci bene, è soprattutto per lei.

Ciò detto, possiamo passare alla comunicazione ufficiale delle prossime date:

  • MOLFETTA (BA) GIOVEDÍ 15 GIUGNO / ore 19.30 presso la libreria “IL GHIGNO”, via Salepico 47
  • MILANO – LUNEDÍ 19 GIUGNO / ore 19 presso la libreria “VERSO”, Corso di Porta Ticinese 40
  • BOLOGNA – MERCOLEDÍ 21 GIUGNO / ore 19.00 presso la libreria “MODO INFOSHOP”, via Mascarella 24b
  • EMPOLI – GIOVEDÍ 22 GIUGNO / ore 21.30  rassegna “VIRUSLIBRO 2017”, presso il Chiostro degli Agostiniani, via Neri
  • FIRENZE – VENERDÍ 23 GIUGNO / ore 19.00 presso il “QUINOA”, vicolo di S. Maria Maggiore 1
  • LIVORNO – MARTEDÍ 27 GIUGNO / ore 19.30 presso la galleria “UOVO ALLA POP” , Piazza Garibaldi 20
  • FERRARA – VENERDÍ 30 GIUGNO / ore 21.30 rassegna DRINKABOOK, presso la libreria “IBS- Il Libraccio”, Piazza Trento e Trieste.

Io, come sempre, vi aspetto a braccia aperte e non vedo l’ora di farmi delle belle chiacchierate e rispondere a tutte (o quasi…che qua farsi prendere la mano è un attimo) le vostre domande.

Ho soltanto una cortesia da chiedervi: se potete, portate con voi una vostra signora Anna (tanto tutti ne abbiamo almeno una … naturalmente va benissimo anche un signor Anno),  perché sono sicura che se assistesse a una presentazione potrebbe davvero sorprendersi.
E sorprendermi.

Un ultimo appello, tanto per restare in tema “Chi l’ha visto”: mio adorato giovane Tonj (tu non lo sai, mai ti cito praticamente in ogni presentazione…) , ho ben tre date toscane, posso sperare di riuscire finalmente a conoscerti? Ci terrei davvero tanto…

Grazie ancora a tutti voi per il sostegno, l’affetto, l’incoraggiamento e tutti i bellissimi incontri che mi/ci avete regalato.

E grazie anche per aver amato questo piccolo (anche se voluminoso…) libro: a un mese dalla sua uscita, “Stiamo tutti bene” è stato ristampato.
E stavolta una lacrimuccia è scappata pure a me…
Va bene, forse più di una.

Ok, ho pianto per mezz’ora. Ma questo perché in contemporanea il giovane nano mi aveva piallato un piede con la moto rosa dell’oratorio. Cosa ci faceva una moto rosa all’oratorio? E, soprattutto, cosa diamine ci stavamo facendo noi in un oratorio?
La risposta a queste e altre inquietanti domande, vi verrà data in libreria.
Per chi non potesse assistere alle presentazioni, è stato predisposto un servizio di risposta via mail. Basta mettere nell’oggetto “Moto rosa”.

A prestissimo!!!

13 thoughts on ““Finding Anna” tour

  1. Carissima, vorrei dire alla signora Anna che io sono eterosessuale e da anni seguo con passione, divertimento e commozione il tuo meravigliso blog. Vorrei confortarla del fatto che non ho avuto nessun effetto collaterale e niente è cambiato nella mia soddisfacente vita sessuale!!! Non ho ancora comprato il libro (per pigriza, sorry!) ma confido che quando lo stringerò tra le mani niente di catasstrofico mi succederà.
    Un bacio eterosessuale,
    Claudia

  2. santocielo! che macchietta questa signora Anna!
    Con gente fantastica in giro come Giulia (strepitosa la sua scrittura) le macchie indelebili che crediamo esistano, una scolorita li seppellirà!
    Baci.
    Cristina

  3. Il giovane Tonj intanto ringrazia per il bellissimo, involontario regalo di compleanno. E, a proposito di gioventù, pare che quest’anno io abbia da dimostrare che sono diventato una persona matura. A me che amo Calvino l’idea di stare ancora un po’ sugli alberi non dispiaceva, ma tant’è…
    La vedo quindi molto difficile per Empoli e Firenze (a meno che la presentazione non sia in latino). Su Livorno l’ultima parola ce l’ha la commissione d’esame: se estraggono la T di Tonj avrò l’orale il 28…e il 27 sera starò probabilmente tentando di ripetere la Grande Guerra in greco sotto forma di equazione. Se invece, ad esempio, estraessero la U di Urrà potrei riuscire a esserci. Faccio da controcanto al medio della signora Anna incrociando le dita fortissimo.

    • Mio giovane Tonj, scusami per il ritardo della risposta e, di conseguenza, anche per il ritardo degli auguri di compleanno. Proverò a rimediare seduta stante: AUGURI!!!!! Te li fa anche il nano che solitamente è un po’ restio (per non dire altro…) a qualsivoglia festeggiamento. Scopro quindi che il mio minitour toscano giunge ahimè in concomitanza con l’espletamento dei tuoi doveri di maturando il che, oltre a provocarmi una raffica di madelaine proustiane, mi fa anche vagamente sentire un pochettino, come dire, ecco, anzianotta. Ma veniamo a noi: ho pensato a lungo se dedicarti una presentazione in latino, solo per averti a Empoli o Firenze, ma poi mi sono ricordata i miseri voti che prendevo nella suddetta materia (altra madelaine… altra madelaine!!!) e ho realizzato che forse non era il caso. Ora non mi resta che sperare nell’estrazioni del lotto, concentrandomi sulla U di Urrà o sulla V di VivaTonj. Attendo tue notizie, intanto ti riempio di in bocca al lupo, in culo alla balena e altre ben auguranti formule animalesche. E incrocio le dita con te…

  4. Ho comprato il tuo libro e mi piace un sacco. Vorrei farlo leggere anche al mio fidanzato ma non sono sicura, magari poi diventa gay? Io sono immune perche’ si sa le donne hanno un sistema immunitario piu’ forte, ma sia mai che lui si prende dei germi gay e poi ci dobbiamo lasciare…

    Cretinate a parte, io propongo una campagna di ‘regala ‘Stiamo tutti bene’ ad un omofobo”. Magari dopo che ne distribuiamo un po’ inizia a fare effetto… io il mio omofobo gia’ l’ho in mente.

    • Allora, diciamo che qua dipende se hai preso il libro con la fascetta o senza. Recenti studi hanno dimostrato che chi legge il libro con la fascetta ha il 30% in più di possibilità di diventare gay entro pagina 273. A questo punto deduco che i germi gay si annidino nella suddetta fascetta, per cui consiglio a tutti di toglierla immediatamente e bruciarla come rito propiziatorio e scaramantico.

      La campagna “regala Stiamo Tutti Bene a un omofobo” sarebbe una cosa meravigliosa. Per cui seguirò il tuo consiglio: visto che ancora non riesco a rintracciare la signora Anna, intanto lo regalerò a un’altra persona. O forse a due. Ma magari pure a tre…

  5. La Signora Anna se l’è cercata. Io ho letto un sacco di storie d amore tra etero… ma non sono ancora riuscita a diventarlo Sig.ra Anna… veda un po lei. Cmq ho iniziato oggi il tuo meraviglioso audace e divertente libro… Sono arrivata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...